LA NOSTRA STORIA

Una storia di persone, idee e tradizioni.

Fondata negli anni Settanta, per la commercializzazione del pannello truciolare, nel corso degli anni ha raggiunto il pieno controllo sull’intera filiera di produzione, diventando cosi un punto di riferimento per il mondo della superficie e l’interior design. Cleaf è oggi sinonimo di ‘centro per la cultura della superficie’, perché grazie alle proprie origini, l’azienda conosce l’intero ciclo produttivo, dal pannello grezzo all’elemento di arredo finito. Cleaf non si limita a nobilitare, ma offre una serie di servizi, dalla sezionatura, alla foratura, bordatura, fino ad arrivare al mobile finito.
La collocazione geografica è un’ulteriore punto a favore, in quanto nasce a Lissone, nel cuore della Brianza, ormai conosciuto a livello mondiale come ‘Distretto del Mobile’ italiano, posizione favorevole per lo sviluppo e le connessioni con la realtà del mobile.

Negli anni 80’, Cleaf compie una vera rivoluzione, introducendo il primo impianto per la nobilitazione del pannello. Questo momento è molto importante, in quanto segna la rotta verso una realtà destinata a crescere.

L’espansione infatti si fa più decisiva negli anni 90’, con l’ampliamento della sede attuale, che rigorosa ed elegante, rispecchia perfettamente il carattere aziendale, riconoscibile poi nei propri prodotti e servizi in continua evoluzione, grazie alla costante attività di ricerca e sviluppo.
Questa filosofia permette all’azienda di capire e rispondere al meglio a qualsiasi richiesta del mondo dell’interior design, trasformando le esigenze in prodotti all’avanguardia, innovativi e di alta qualità.

L’innovazione è nel DNA di Cleaf. Pioniera del settore, ha introdotto nel ‘Made in Italy’ tecnologie all’avanguardia come, (Sizing & Edgebanding machinery) o (First melamine short cycle press), macchinari performanti che hanno permesso all’azienda di diventare leader nell’industria del mobile.

I riconoscimenti non tardano ad arrivare, Interzum, dal 2007 ad oggi, premia Cleaf più volte con ‘Interzum Award’, per finiture caratterizzate da una forte contemporaneità e da un’alta qualità sartoriale.

Tuttavia per Cleaf, la più grande soddisfazione, è la crescente richiesta di forniture da parte dei più prestigiosi brand di Design; proprio per questo l’azienda nello spazio di una sola generazione è cresciuta, trasformandosi in un gruppo di oltre 200 addetti, suddivisi in tre stabilimenti produttivi tutti situati in Brianza.

Ma è il Ccube ancora oggi a rappresentare il ‘cuore di Cleaf’. Non un semplice showroom, ma un atelier, un luogo che racchiude la storia, l’identità di un’azienda nata dalla cultura dei materiali, delle superfici e delle finiture e che oggi è in grado di coniugare l’estetica a decorativi con altissime prestazioni. Il Ccube è anche un centro di attività di formazione, di prototipazione, di confronto, di stimoli per i progettisti di tutto il mondo.


Luciano Caspani:
“Ho sempre guardato a quelli più bravi e più grandi di me. Qualcuno l’ho superato, qualcun altro è diventato irraggiungibile, ma sono soddisfatto di ciò che ho creato. Cleaf oggi si è ricavata uno spazio di originalità ed è anche un’azienda strutturata, con un direttore generale interno, pur restando un’impresa di famiglia grazie alla presenza dei miei due figli, Barbara e Roberto.
In Cleaf c’è una buona squadra, si lavora bene e si continua a sognare.”

floor img
floor img
floor img
floor img
floor img